Under 17 femminile: è tempo di bilanci
 
a cura di Riccardo Tucci
 

Si chiude il campionato della formazione under 17 femminile ed arriva il momento dei bilanci. La formazione silana, chiamata a confrontarsi con un girone quasi tutto campano (fatta eccezione per Crotone e Trapani), ha affrontato questa esperienza nel migliore dei modi, con il piglio di chi va a giocarsi le partite con tutti gli avversari pur portandosi dietro una serie interminabile di difficoltà. Intanto è stata per molte ragazze la prima esperienza ed incontrare squadre il cui bacino d’utenza, la cui tradizione calcistica e la cui tecnica sono nettamente superiori è stato, da un lato un banco di prova serio, dall’altro l’occasione per imparare e migliorarsi. Nello sport come nella vita, quando ci si confronta con realtà superiori c’è solo da imparare, il detto “mi piace vincere facile” lasciamolo alla pubblicità, cerchiamo di prendere il meglio da chi ci affronta, e anche nelle sconfitte di grandi proporzioni cercare di cogliere quello che di buono c’è per sfruttarlo come esperienza e come accrescimento. Il Cosenza è una squadra che per tutto il campionato ha affrontato avversari nettamente più forti (basti pensare che la prima squadra del Pomigliano è prima in classifica in serie C con un distacco abissale e che il Sant’Egidio veleggia al terzo posto) giocando praticamente con una rosa di undici/dodici persone al massimo, senza cambi e con tante ragazze alla prima esperienza assoluta con il mondo del calcio. Alcune delle ragazze che hanno disputato questo campionato, sono reduci dall’esperienza vissuta nella scorsa stagione nel girone calabro-lucano e sono migliorate tantissimo, giocando come una squadra e non come undici persone, il movimento sta crescendo e si sta affermando anche in una città come Cosenza dove esiste una tradizione di calcio femminile troppo spesso sottovalutata da pubblico e stampa, basti pensare alle altre realtà della provincia come l’Eugenio Coscarello e la Valle dell’Esaro, o di fuori provincia come il Catanzaro stesso che è in serie C, il Crotone, la Vibonese fino alla Gioiese ed alla neonata Melitese. Ma tornando al Cosenza, corre l’obbligo di dare a Cesare quel che è di Cesare, che si incarna nella persona del tecnico Orlando che si è caricata sulle spalle la responsabilità di fare crescere questo gruppo, di far convivere le esigenze di una fascia di età in cui si cerca più il divertimento e la spensieratezza, con le regole di una professione che fa del sacrificio e dell’impegno le sue caratteristiche principali, mettendo sempre davanti al risultato, l’applicazione e la professionalità, anche a questi livelli. Ripetiamo, affrontare il campionato con i giocatori contati, uscire a testa alta nonostante aver subito sconfitte che avrebbero demoralizzato chiunque e vedere negli occhi delle ragazze la voglia di riscatto già dalla partita successiva, è la vittoria più grande che si potesse ottenere. E’ un gruppo sul quale c’è ancora tanto da lavorare, ma che sicuramente può dare ancora tanto.

Terminiamo con qualche numero.
14 partite disputate in cui solo due volte la squadra è scesa in campo con 14 effettivi, poi sempre di meno.
Il bilancio finale è di 7 vittorie (Crotone, Salernitana e Trapani due volte e Benevento) e 7 sconfitte (Napoli, Pomigliano, Sant'Egidio due volte e Benevento), nessun pareggio.
Valente, Lucanto, Mauro, Pietrucci, Romano e Sesti le ragazze sempre presenti che hanno giocato tutti i 1120 minuti.
Chirillo è il bomber con 14 reti in 13 presenze (media di poco più di un gol a partita), dietro di lei, Morelli con 8 e Pietrucci con 7; per un totale di reti realizzate di 40 (con una autorete).
Il Cosenza non ha subito gol in 4 partite, mentre ha chiuso con 61 reti al passivo di cui 26 solo dal Napoli. Il punteggio più alto contro Trapani e Benevento.
Due rigori a favore entrambi realizzata da Alessia Pietrucci.
Per la cronica carenza di organico, in tutta la stagione il tecnico Orlando ha potuto disporre soltanto di dieci sostituzioni.
Buona parte delle ragazze erano esordienti, non avevano mai disputato una gara di calcio ufficiale.

In bocca al lupo per il futuro ragazze!!!!

 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 9 6
 PARTITE VINTE   1 0 8 9
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 0 9
 PARTITE PERSE   0 8 9 8
 RETI FATTE
  3 3 5 1
 RETI SUBITE   3 0 5 5
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO

MERCATO INVERNALE SERIE B

NOTIZIE DA ... LEGA BKT

Bandiera Serie B

PROSSIMO TURNO

Cosenza logo Cosenza logo
XXXX XXXX

xxxx settembre 2020 - ore XX:XX
Serie B - 1giornata

ULTIMO TURNO

Cosenza logo

3 - 1

Juve Stabia logo

COSENZA   JUVE STABIA

Venerdì 31 luglio 2020 - ore 21:00
Serie B - 38a giornata

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA