Cordaz Riviere
 
a cura di Roberto Stancati
 

È ripreso il campionato; nella giornata trascorsa, prima di ritorno, risultati tutto sommato nella norma in un periodo condizionato sino a fine mese da un mercato snervante, lunghissimo, inconcepibile e non più sopportabile insieme al calendario strampalato e agli orari improponibili.

Concentriamoci comunque su ciò che è avvenuto sul terreno di gioco; la notizia del giorno è che il Benevento non ha vinto, fermato in casa da un Pisa non eccelso che ha saputo approfittare di una sciagurata autorete e delle imprecisioni degli stregoni per strappare un punto prezioso in chiave salvezza. Per i campani nulla di grave e vantaggio immutato sulla seconda, il Pordenone di Tesser, scippato di una vittoria a Frosinone dalle decisioni cervellotiche di Pezzuto (lo stesso di Cosenza- Empoli!!) è che ha regalato in modo imbarazzante il rigore del pari ai ciociari incostanti è mai brillanti. Sale al terzo posto il Crotone alla quarta vittoria consecutiva ottenuta nel derby di Cosenza dove i pitagorici non segnavano e vincevano da 47 anni!

Il pari sarebbe stato più giusto per un Cosenza che non merita la terz'ultima piazza condannato anche da un incredibile abbaglio della coppia Abbattista- Cangiano arbitri, si fa per dire, di turno che non vedono il gol meritato del pari silano con palla entrata su zuccata di Sciaudone di almeno mezzo metro!!! La misura è colma e questi signori mandati in giro a falsare i campionati vanno espulsi immediatamente e gli organi preposti hanno l'obbligo di intervenire: ne va della credibilità del sistema, se pure ancora esiste una credibilità.

Chiusa questa triste parentesi, dietro Pordenone e Crotone emergono Entella e Cittadella, la prima con un pareggio a dir poco folle a Livorno contro una squadra che nemmeno con quattro goal riesce a vincere cogliendo un pari che sa di retrocessione anticipata. Il Cittadella esce indenne da La Spezia con un pari facilmente pronosticabile. Un gradino più giù Chievo e Salernitana con i granata corsari a Pescara contro gli abruzzesi confusi e in crisi: alla fine dimissioni di Zauri, al suo posto Nicola Legrottaglie: basterà? Il Chievo regola un Perugia incostante al tramonto della contesa. Nel gruppo e di centro spicca la Juve Stabia di Caserta che saluta per ora la zona salvezza con il centravanti Forte di nome e di fatto. In negativo spicca l'Ascoli dove traballa Zanetti dopo la sconfitta di Trapani che con Castori sogna ancora di salvarsi. In quest'ottica, detto del Cosenza, scialbo 0-0 tra Cremonese e Venezia con i lombardi dal peggiore attacco del campionato malgrado i vari Ceravolo, Ciofani, Palombi e compagnia bella!! Grigiorossi gemelli in questo del ricchissimo Empoli che più acquista e più non trova la quadratura. Ricordando che Cremonese e Spezia devono recuperare (11 febbraio), un'occhiata al prossimo turno con Cittadella- Benevento su tutte le altre sfide. Nella zona bassa aria di spareggio tra Venezia e Trapani mentre anche Salernitana Cosenza è partita storica e di grandi significati per la classifica. Ormai è l'ora della sveglia, il girone di ritorno non ammette rinvii o repliche.

Il Cosenza

                    Prestazione sfortunata dei silani, l'ennesima di una annata maledetta per i rossoblù. Il pareggio sarebbe stato più giusto con le due squadre che hanno offerto una prova convincente proporzionata ai rispettivi obiettivi. Avremmo voluto parlare dell'occasione sprecata da Baez, del palo di Riviére, del gol di Messias e delle scorribande di Machach ma purtroppo dobbiamo attenerci a quello che è accaduto per colpa del direttore di gara e del suo compare Cangiano che hanno negato il pari a Sciaudone con palla entrata in porta abbondantemente a 20 dal termine, un vero e proprio scandalo che fa il paio con l'errore di Pezzuto sempre allo stesso angolo e alla stessa porta! Basta, per favore, dimissioni subito per questi signori che mortificano tifoserie e famiglie e vanificano il lavoro di una squadra che non merita la classifica che ha e che avrebbe tratto beneficio enorme da un pari alla vigilia di due dure trasferte come Salerno e Pescara. Occorre far subito quadrato; il Cosenza ha dimostrato proprio nel derby di potercela fare, certo se si gioca 11 contro 13 diventa tutto più complicato

 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 8  0
 PARTITE VINTE   1 0 8 1
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 0 7
 PARTITE PERSE   0 8 9 2
 RETI FATTE
  3 3 2 4
 RETI SUBITE   3 0 3 1
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO

MERCATO INVERNALE SERIE B

NOTIZIE DA ... FROSINONE

Bandiera Frosinone

PROSSIMO TURNO

Cosenza logo Frosinone logo
COSENZA FROSINONE

Venerdì 21 febbraio 2020 - ore 21:00
Serie B - 25giornata

ULTIMO TURNO

Livorno logo

0 - 3

Cosenza logo

LIVORNO
  COSENZA

Sabato 15 febbraio 2020 - ore 15:00
Serie B - 24a giornata

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA