Mirabelli interno
 
a cura di Roberto Barbarossa
 
"Parlare della mia citta e del Cosenza, la squadra del mio cuore e della quale ho avuto l'onore, giovanissimo, di indossare la maglia, è sempre un grande piacere per me". Dalla lontana Treviso, città nella quale vive con la sua splendida famiglia, Walter Mirabelli è un fiume in piena appena iniziamo a parlare:"Gli impegni di lavoro, i figli piccoli e la distanza non mi consentono di venire a Cosenza per come vorrei ma, chiaramente, continuo ad essere legato alla città dove vivono i miei fratelli e nella quale sono nato e cresciuto. Ho tanti amici con i quali mi sento spesso, ricordo i ragazzi ultrà di via Popilia con i quali ho condiviso tanti momenti e che sono stati tra i miei principali tifosi". Walter può spiegare meglio di chiunque altro cosa significhi giocare per la squadra della propria città:"Una grande soddisfazione, un'emozione incredibile avere indossato la casacca rossoblù. Io che sono nato a Cosenza, che ho fatto tutta la trafila nelle giovanili credo di essere il giocatore cosentino più giovane ad avere esordito nel Cosenza. Ricordo ancora il mio esordio con l'Akragas. Davanti a me avevo giocatori importanti come Tivelli e Del Rosso, ad inizio campionato sulla panchina siedeva Montefusco, poi arrivò Liguori che mi fece esordire dal primo minuto a causa, anche, degli infortuni degli attaccanti titolari. Una giornata indimenticabile che ricordo ancora come se fosse ieri pur essendo passati diversi anni. Impossibile descrivere e ricordare tutti gli episodi ma, certamente, un posto particolare nella mia memoria lo occupa il gol dell'uno a uno nel derby casalingo contro il Catanzaro. Purtroppo, come tutti ricordano, alla fine perdemmo per 3 a 1 e la delusione per la sconfitta fece passare in secondo piano la gioia del gol ma, sicuramente, non ha cancellato l'emozione che provai dopo il gol, la gioia dei miei compagni e, soprattutto, quella del meraviglioso pubblico del San Vito". Walter lasciò Cosenza nell'estate del 1987, con 47 presenze e tre gol realizzati, approdando a Taranto, in serie B. Quell'anno il Cosenza ottenne la storica promozione in serie B:"Fui ovviamente felicissimo per il successo del Cosenza ma, sotto sotto, un pò amareggiato per non avere potuto vivere in prima persona, da protagonista, quella splendida annata che vide protagonisti molti dei miei ex compagni. Da tifoso rossoblù, mi auguro che Cosenza torni quanto prima in serie B e, perchè no, possa approdare nella massima serie". Oltre a seguire le sorti della squadra della sua città, Walter conosce benissimo l'attuale tecnico rossoblù, Giorgio Roselli:"Ho giocato con lui a Taranto e, successivamente, l'ho avuto come allenatore a Varese. Una persona molto seria e scrupolosa, un tecnico preparato che ha fatto un grande lavoro a Cosenza. Pensiamo soltanto che è arrivato lo scorso campionato quando, la squadra, era in piena zona retrocessione portandola non soltanto ad una tranquilla salvezza ma, soprattutto, alla vittoria in Coppa. Quest'anno ha lottato alla pari fino all'ultimo contro formazioni che, onestamente, erano più attrezzate per cui credo che ci siano le condizioni per migliorare e crescere già dalla prossima stagione". Qual'è, oggi, il rapporto tra il calcio e Mirabelli:"E' chiaro che, questo, è un mondo dal quale è difficile se non impossibile allontanarsi definitivamente. Oggi ho un pò staccato la spina per via degli impegni lavorativi di mia moglie e perchè ho un figlio piccolo da seguire ma continuo a fare qualcosa, ad andare in giro a visionare giovani talenti con l'obiettivo, appena ci saranno le condizioni, di continuare con maggiore intensità". Walter approfitta dell'occasione per salutare tutti i tifosi rossoblù:"Auguro loro, a tutti noi cosentini, di potere vivere le emozioni e la gioia che stanno vivendo in queste settimane a Crotone. Cosenza ha tutte le carte in regola per potere puntare in alto a patto che, l'ambiente, resti sempre unito e non faccia mai mancare il suo calore alla squadra ed alla società che, dopo i problemi degli anni passati, sta lavorando bene e con grande serietà. Caratteristiche fondamentali se si vuole assicurare continuità ed un futuro al nostro Cosenza". Grazie e a presto!
 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 6  2
 PARTITE VINTE   1 0 7 7
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 0 0
 PARTITE PERSE   0 8 8 4
 RETI FATTE
  3 3 0 2
 RETI SUBITE *   3 0 0 9
 * 3 reti a tavolino;

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO

MERCATO ESTIVO SERIE B

NOTIZIE DA ... BENEVENTO

Bandiera Benevento

PROSSIMO TURNO

Benevento logo Cosenza logo
BENEVENTO COSENZA

Sabato 21 settembre 2019 - ore 15:00
Serie B - 4giornata

ULTIMO TURNO

Cosenza logo

1 - 2

Salernitana logo

COSENZA
  PESCARA

Domenica 15 settembre  2019 - ore 15:00
Serie B - 3a giornata

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA