CS Frosinone
 
ernesto a cura di Ernesto Pescatore
 

Cosenza e Frosinone si sono incontrate nella Città dei Bruzi cinque volte e solo in serie C: bilancio a favore dei lupi con due vittorie e due pareggi; una sola vittoria per i ciociari. Sei le reti realizzate, quattro quelle subite.

In realtà i precedenti sarebbero sei, poiché la prima gara, prevista il 6 aprile 1958, non si è disputata per la rinuncia del Frosinone. Il giorno dell’incontro giunge a Cosenza all’arbitro il seguente telegramma: “Ultimi provvedimenti Lega, provocato dimissioni Commissario Straordinario - quindi squadra non potuta partire. Preghiamola fare ricerche codesti alberghi allenatore Paoletti interessandolo rientrare Roma”. Firmato segretario Giuseppe Grandi. Difatti, l’allenatore del Frosinone era giunto a Cosenza direttamente da Roma ed aspettava la squadra. Il Giudice Sportivo assegna i due punti a tavolino; successivamente la partita è ritenuta nulla ai fini della classifica.

Nel campionato 1966-67, il 20 novembre, arriva la prima vittoria per i silani: un guizzo del bomber Campanini dopo 14’ regala al popolo rossoblù la quarta vittoria consecutiva stagionale.

Il 27 febbraio 1972, alla ventitreesima giornata, arriva la prima e unica vittoria gialloblù: una rete di Fraternali al 56’ basta ai laziali per conquistare i due punti.

Nella stagione successiva, il 14 gennaio 1973, pirotecnico 2-2: dopo 9’ ciociari in vantaggio con Seghezzi, pareggia Gioanetto al 33’, sul fischio finale del primo tempo ancora in avanti i gialloblù con Spaziani poi al 53’ Bompani firma il definitivo 2-2.

Ancora un pari il 2 giugno 1974: botta e risposta su due calci di punizione. Contro i ciociari, il Cosenza perde al “San Vito” un punto prezioso nella corsa verso la salvezza. I rossoblù gettano alle ortiche un’ottima occasione per scrollarsi di dosso il Barletta ed il Marsala, che l’affiancano in classifica nella zona calda, e dopo il vantaggio di capitan Codognato subiscono il pareggio degli ospiti e falliscono il bottino pieno. Dopo una prima fase di leggera prevalenza, i “lupi” al 19' trovano il vantaggio: Lualdi ben lanciato da Pavoni sta per entrare in area ma è falciato da Carloni e l’arbitro assegna un calcio franco; lo specialista Codognato prende la mira e scaraventa in fondo al sacco, con Luciani visibilmente sorpreso. Lo stadio esplode in un tripudio indescrivibile, ma la squadra subito dopo appare quasi paga e sembra tirare i remi in barca in difesa del vantaggio. Trascorrono poco più di dieci minuti ed il Frosinone ristabilisce la parità: Masiello è atterrato da Bompani e sul successivo calcio di punizione Palanca, dal limite, piazza direttamente alle spalle di Evangelista che non accenna neanche la parata.

L’ultimo incontro il 10 aprile 1988. Il Cosenza torna alla vittoria dopo due mesi e mezzo e con un’eccellente prova collettiva conquista due punti dal valore inestimabile. L’incontro con il Frosinone è preceduto da alcuni attimi di tensione: mentre le due squadre sono nel sottopassaggio alcuni giocatori hanno uno scambio di “cortesie”, strascichi della gara d’andata nella quale Urban e Schio hanno assaggiato le “carezze” dei ciociari. I “lupi” dimostrano carattere e grinta surclassando il Frosinone, stracciando i velleitari propositi della vigilia degli avversari; una dimostrazione di superiorità che candida il Cosenza come squadra leader del campionato. I rossoblù martellano gli avversari ed al 53' riescono a passare: Urban batte un calcio di punizione dal limite e serve lateralmente Castagnini che scarica il destro, un uomo in barriera si oppone, la palla s’impenna e spiove sotto porta dove giunge in corsa Padovano che, in perfetta elevazione, colpisce di testa ed insacca.

CS Frosinone tifo

 

Il “San Vito” esplode in un boato che fa rabbrividire e l’undici silano vola sulle ali dell’entusiasmo. Nel giro di pochi minuti i “lupi” sfiorano per due volte il raddoppio, poi al 68' Lucchetti decide di mettere il sigillo alla gara: mentre Urban s’invola in dribbling, Lucchetti gli subentra, s’impossessa della sfera, avanza resiste a due cariche, con una finta mette a sedere il libero ciociaro ed infila a porta sguarnita. Una rete da autentico campione che manda in delirio lo stadio, i tifosi si scatenano in cori assordanti ed i “lupi” controllano l’andamento della gara.

 

Nella foto di copertina, la formazione del Cosenza che il 2 giugno 1974 ha pareggiato 1-1 contro il Frosinone:

In piedi da sinistra: Lualdi, Evangelista, Gobbi, Iazzolino, Pasquino, Vegni; accosciati: Galasso, Codognato, Bompani, Rigoni, Pavoni.


 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 8  6
 PARTITE VINTE   1 0 8 2
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 0 8
 PARTITE PERSE   0 8 9 6
 RETI FATTE
  3 3 3 0
 RETI SUBITE   3 0 4 1
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO

MERCATO INVERNALE SERIE B

NOTIZIE DA ... CHIAVARI

Bandiera Entella

PROSSIMO TURNO

Cosenza logo Virtus Entella logo
COSENZA V. ENTELLA

Data da destinarsi
Serie B - 29giornata

ULTIMO TURNO

Chievo logo

2 - 0

Cosenza logo

CHIEVO V.
  COSENZA

Lunedì 09 marzo 2020 - ore 21:00
Serie B - 28a giornata

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA