Aureliano moviola JSR
 
a cura di Riccardo Tucci
 

Finito il campionato del Cosenza con una salvezza insperata, sofferta e bellissima. Durante l’anno sono state diverse le recriminazioni dei rossoblù nei confronti dell’operato dei direttori di gara, alcune giustificate ampiamente, basti pensare alla rete non vista nel derby casalingo con il Crotone che, tra l’altro, è costata la sospensione fino a fine stagione all’assistenza Cangiano della sezione di Napoli. Temevamo molto, nell’ultima gara, la direzione di Aureliano (visti i precedenti, compresa la gara di Castellammare), ma questa volta bisogna dare atto al fischietto bolognese che ha arbitrato in maniera perfetta; non ha sbagliato nulla ed ha diretto la gara in maniera esemplare.

Ma vediamo quali sono i numeri della stagione per quanto riguarda ammonizioni ed espulsioni per le venti squadre del campionato cadetto. Sono state comminate 1.772 ammonizioni a 452 giocatori.

La squadra che ha collezionato il maggior numero di ammonizioni è stata il Cittadella che, a fine regular season, ha portato a casa la bellezza di 116 cartellini gialli, seguita a ruota dal’Ascoli con 109. Al terzo posto sul podio salgono appaiati il Pisa e la Juve Stabia con 108 cartellini. La squadra meno ammonita è risultata l’Empoli con 74 ammonizioni; da registrare anche che le due promosse in serie A, Crotone e Benevento seguono subito dopo l’Empoli con 80 e 78 cartellini, segno che giocare bene porta anche a ricevere meno sanzioni. Il Trapani è in testa per il numero di giocatori sanzionati (30) con il recordman Scognamillo ammonito per ben 16 volte, seguito dall’ex silano Fiordilino con 15 e dallo stabiese Calò con 13.

Per quanto riguarda i cartellini rossi e le conseguenti giornate di squalifica, il podio spetta al Perugia con 22 giornate di squalifica complessive, seguita dal Pisa con 17 per un totale, per tutte le venti squadre, di 193 giornate.

Il Cosenza. Per i lupi i numeri sono confortanti; nella graduatoria delle ammonizioni si colloca verso la metà classifica, al 12 posto, con 88 cartellini gialli. Il podio tocca a Mirko Bruccini con 9, seguito da Sciaudone ed Idda con 8. Un solo giallo per Broh, Carretta, Lazaar, Machach e per il “desaparecido” Pierini.

Per quanto riguarda i cartellini rossi, il Cosenza è al penultimo posto con soli 6 rossi rimediati, equamente divisi, 3 per doppia ammonizione (Sciaudone, Kanoutè ed Idda) e 3 per espulsione diretta (Sciaudone Capela ed Asencio).

Questa analisi potrebbe essere anche vista in ottica mercato, su come orientarsi quando si cerca qualche elemento che possa essere utile alla causa del Cosenza, senza incappare in tante assenze per l’esuberanza dei ragazzi.


 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 8 9 7
 PARTITE VINTE   1 0 8 9
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 1 0
 PARTITE PERSE   0 8 9 8
 RETI FATTE
  3 3 5 1
 RETI SUBITE   3 0 5 5
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO

Mercato Ball
MERCATO ESTIVO SERIE B 2020-21 

NOTIZIE DA ... ALESSANDRIA

Bandiera Alessandria

PROSSIMO TURNO

Cosenza logo Alessandria
COSENZA ALESSANDRIA

30 settembre 2020 - ore 15:00
Coppa Italia - 2° turno

ULTIMO TURNO

Cosenza logo

1 - 1

Virtus Entella logo

COSENZA   V. ENTELLA

Sabato 26 settembre 2020 - ore 14:00
Serie B - 1a giornata

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA