Azione gioco 9
 
a cura di Roberto Stancati
 

Doppio turno di campionato che ha detto cose interessanti tra conferme e smentite. Dopo 5 pareggi torna a vincere in modo autoritario l'Empoli sempre più capolista che sbanca il "Granillo" e interrompe la serie positiva della Reggina che pure veniva da una serie positiva, ma contro i toscani c'è stato poco da fare. La novità è alle spalle degli uomini di Dionisi dove ora naviga dalla laguna il Venezia di Zanetti, solido e tecnicamente superiore che si candida per la promozione diretta dopo la sofferta vittoria contro una buona Reggiana. Nelle posizioni play-off arrancano il deludente Monza dei grandi nomi e la Salernitana che pareggiano con un Frosinone in ripresa dopo l'umiliazione di Cremona e la Spal che ottiene un brodino con il punto all'Arechi dopo la discussa sconfitta interna con la Reggina. Male il Lecce che non va oltre il pari con l'Entella, sempre più ultima, e il Cittadella sconfitto in casa dal redivivo Pescara che si candida per la risalita in classifica con l'avvento di Grassadonia. Ritorna a respirare il Chievo dopo tre sconfitte consecutive che batte nettamente il troppo alterno Pordenone, benissimo il Pisa del bravo D'Angelo che espugna il terreno di un Ascoli sempre più disperato. Nelle zone basse vittorie determinanti per il Brescia contro un deludente Cosenza che sperava di dar seguito alla prima vittoria interna contro il Chievo e per il brillante Vicenza del super Meggiorini che batte nello scontro diretto la Cremonese. Prossimo turno con Empoli-Cittadella e il derby Vicenza-Chievo. In zona calda spicca Entella-Ascoli da "si salvi chi può".

IL COSENZA: la rondine della prima vittoria interna, soffertissima, contro il Chievo non ha fatto primavera e il Cosenza ritorna da Brescia con una brutta sconfitta dopo una prestazione senza squilli, deludente. Dopo un primo tempo chiuso a reti inviolate contro un Brescia inguardabile quasi quanto i silani, il Cosenza si è sciolto nella ripresa dopo il vantaggio della squadra di casa non riuscendo a costruire nessuna reazione e subendo quasi passivamente e per inerzia il raddoppio di Ayè giunto con i rossoblù in dieci per il doppio giallo e relativa espulsione di Corsi. Molta confusione tra i silani, prevedibili e macchinosi che mai hanno dato l'impressione di pungere. Le avvisaglie si erano già viste contro il Chievo ma si sperava che la vittoria interna potesse dare una spinta ai silani che invece si ritrovano con i soliti problemi acuiti da una classifica preoccupante che comunque, paradossalmente, resta la cosa migliore perchè offre margini di recupero. Occorre cambiare rotta al più presto, già sabato contro il Frosinone cercando e trovando un rimedio alla vera croce di quest'anno: una manovra offensiva inesistente dove il bravo Tremolada predica nel deserto, dove l'apprezzabile Gliozzi fa quel che può e Bahlouli appare poco concreto mentre Trotta e Mbakogu senza dubbio validissimi non sono in condizione e qui il discorso ritorna a errori strutturali compiuti con delle scelte a volte ben fatte (vedi Gerbo e Tremolada) a volte meno. Speriamo bene, speriamo che si riesca a trovare il giusto equilibrio ma al momento prevediamo per il Cosenza settimane complicate e una via risolutiva da raggiungere magari attraverso la chance dei play-out. Sarebbe già tanto.


 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 9 3 0
 PARTITE VINTE   1 0 9 4
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 2 6
 PARTITE PERSE   0 9 1 0
 RETI FATTE
  3 3 7 7
 RETI SUBITE   3 0 9 3
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO INVERNALE

MERCATO INVERNALE SERIE B 2020-21 

PROSSIMO TURNO

Empoli logo Cosenza logo
EMPOLI COSENZA

04 maggio 2021
Serie B - 36a giornata

ULTIMO TURNO

Pisa logo

3 - 0

Cosenza logo

PISA   COSENZA

Sabato 17 aprile 2021 - ore 14:00
Serie B - 34a giornata

NOTIZIE DA ... EMPOLI

Bandiera Empoli

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA