I clamorosi errori tecnici di Dionisi e Paterna posson far ripetere Cosenza-Salernitana?
 
a cura di Eliseno Sposato
 

Quella tra Cosenza e Salernitana, andata in scena ieri sera allo stadio San Vito-Marulla, potrebbe passare alla storia come una di quelle partite destinate a fare giurisprudenza nell'ordinamento della giustizia sportiva. Se così dovesse accadere nei prossimi giorni, per il Cosenza sarebbe la seconda volta diventare protagonista, suo malgrado, di entrare in questa speciale casistica come avvenne nella stagione 1995/96.
Il 28 gennaio del 1996 il Cosenza  di Mutti scendeva in campo all'Adriatico di Pescara per la 21 giornata del campionato di Serie B. In quella gara combattuta e dominata dai lupi che passarono in vantaggio al 57' con una rete di Tommaso Tatti, vantaggio che mantennero quasi fino all'ultimo secondo di gara, quando Di Giannatale segnò a tempo scaduto al 96'. Le polemiche furono furibonde perché i silani sostenevano che il recupero fosse di cinque minuti, ma l'arbitro, il Sig.  Serena di Bassano del Grappa, fu irremovibile e convalidò la rete. Da quel momento in poi, per evitare spiacevoli incidenti simili che se avessero avuto come protagonisti Società più blasonate del Cosenza, avrebbero incendiato le polemiche, la Federazione introdusse la segnalazione con la lavagnetta luminosa per indicare il tempo di recupero.
Molto più complessa è invece la situazione verificatasi nel corso della gara di ieri sera, quando il Cosenza ha effettuato una tripla sostituzione nell'ultima parte di gara, ritrovandosi a giocare in dodici per circa trenta secondi, senza che nessuno della direzione di gara se ne fosse accorto. Riavvolgiamo il nastro.
I clamorosi errori tecnici di Dionisi e Paterna posson far ripetere Cosenza-Salernitana?

Al minuto 74' e 34" appena dopo avere ammonito Bogdan della Salernitana per gioco falloso, l'arbitro Federico Dionisi della sezione de L'Aquila, autorizza le sostituzioni del Cosenza. Come si vede dall'immagine tratta dalla ripresa televisiva di DAZN (come tutte le altre a corredo di questo articolo), il Team Manager del Cosenza, Kevin Marulla, chiama l'uscita dal campo di Bruccini che verrà sotituito da Ba, mentre sono pronti a fare il loro ingresso in campo, anche Sacko e Petre, davanti al quale si nota Carretta che lascia il terreno di gioco per lasciare il posto a Sacko; Petre, per ultimo, sostituirà Bittante. 
I clamorosi errori tecnici di Dionisi e Paterna posson far ripetere Cosenza-Salernitana?

Nell'inquadratura successiva all'ingresso in campo di Petre, anche Dazn sbaglia l'indicazione segnalando una sostituzione Bruccini/Sacko che non corrisponde con la segnalazione della lavagna luminosa sollevata da Marulla. Un minuto dopo (75'36") riprende il gioco che va avanti per circa trenta secondi (fino al 75'59"), quando viene fermato dopo la segnalazione del tecnico dei silani  che nota il Cosenza schierato con 11 uomini  di movimento più il portiere, unico che non appare nell'inquadratura che riportiamo di seguito.
I clamorosi errori tecnici di Dionisi e Paterna posson far ripetere Cosenza-Salernitana? A quel punto (76'22") si nota Bruccini segnato accanto al numero 11, lasciare il terreno di gioco per ristabilire la parità numerica. Mentre il centrocampista rossoblù lascia il campo parte un conciliabolo tra Sciaudone e Dionisi, con il calciatore silano che illustra le sostituzioni all'arbitro che chiede conferme al quarto uficciale di gara Daniele Paterna di Teramo. Subito dopo il Sig. Dionisi estrae un cartellino giallo per ammonire il calciatore silano Ba per, secondo quanto dedotto dai commentatori televisivi,  ingresso non autorizzato in campo: Siamo al minuto 77'30" quando viene certificato l'errore tecnico del Direttore di gara.
I clamorosi errori tecnici di Dionisi e Paterna posson far ripetere Cosenza-Salernitana?Perché crediamo sia un errore tecnico? per due considerazioni semplici: la prima è che Ba è stato autorizzato regolarmente da Paterni all'ingresso in campo, come avviene in tutte le sostituzioni, quindi semmai è il quarto ufficiale ad avere sbagliato a non esserci accertato dell'uscita dal campo di Bruccini; la seconda è che questo tipo di ammonizione non è prevista nel regolamento. Magari andava ammonito Bruccini per non avere lasciato il terreno di gioco al momento della sua sotituzione.Di certo c'è stata molta confusione e distrazione da parte di tutti al momento dei cambi e l'unico ad averne fatto le spese è il povero Ba ammonito senza aver commesso alcun dolo, ammonizione che peserà come un macigno visto che tre minuti dopo ne ricevera una sacrosanta per gioco falloso e vierrà espulso per doppia ammonizione.

I clamorosi errori tecnici di Dionisi e Paterna posson far ripetere Cosenza-Salernitana?
Può questo errore tecnico così vistoso dell'arbitro portare alla ripetizione della gara? Non lo sappiamo visto che non è mai capitato, per quanto sia di nostra conoscenza, una situazione analoga a questa. Di certo possono esserci tutti i presupposti per presentare ricorso contro l'inevitabile squalifica cui andrà incontro Ba, e che il Cosenza ha gia annunciato.
C'è da fare infine un altro ragionamento che andrebbe a scapito della squadra silana perché se da regolamento la sostituzione diventa effettiva quando il calciatore esce dal campo, allora si creerebbe il problema degli slot di sostituzione che sono stati effettuati dal Cosenza, che diventano quattro e non più tre per le cinque sostituzioni effettuate: 62' Corsi per Vera (1° slot); 75' Sacko per Carretta più Petre per Bittante (2° slot);  77' Ba per Bruccini (3° slot al momento dell'uscita del centrocampista dal campo) e 84' Kone per Bahlouli (4° slot). Anche su questo ci sarebbe da obiettare, in quanto il quarto slot, ammesso che ci sia, è conseguenziale all'errore precedente della direzione di gara, per cui non dovrebbe essere un elemento determinante.
Insomma un vero pasticcio ma che nasce sempre dall'errore in occasione della tripla sostituzione.
Infine una considerazione sul recupero assegnato da Dionisi nel secondo tempo. Generalmente vengono concessi 30 secondi a sostituzione e visto che i cambi nel complesso sono stati 8 giocatori, questi determinano i quattro minuti assegnati. Ma tutto il tempo perso nel pasticciaccio sopra descritto non dandava conteggiato come tempo da recuperare per l'interruzione del gioco? Dal 74'34" quando inizia la tripla sostituzione del Cosenza alla ripresa effettiva del gioco dopo l'uscita di Bruccini al 78'06" passano 3'32" che mancano all'appello del tempo da recuperare, magari non sarebbero serviti a raggiungere il pareggio, ma di sicuro certificano un altro errore dell'arbitro. 

 

L'ANALISI DEI NUMERI

IL COSENZA IN CAMPIONATO

 PARTITE GIOCATE
  2 9 1 4
 PARTITE VINTE   1 0 9 1
 PARTITE PAREGGIATE   0 9 1 9
 PARTITE PERSE   0 9 0 4
 RETI FATTE
  3 3 6 4
 RETI SUBITE   3 0 7 1
 

DALL'ARCHIVIO FOTOGRAFICO

  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina
  • visita la pagina

MERCATO INVERNALE

MERCATO INVERNALE SERIE B 2020-21 

PROSSIMO TURNO

Cosenza logo Pordenone logo
COSENZA PORDENONE

Sabato 23 gennaio 2021 - ore 14:00
Serie B - 19a giornata

ULTIMO TURNO

Monza logo

2 - 2

Cosenza logo

MONZA   COSENZA

Sabato 16 gennaio 2021 - ore 14:00
Serie B - 18a giornata

NOTIZIE DA ... PORDENONE

Bandiera Pordenone

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA