Bari-Cosenza: le pagelle rossoblù

Eliseno Sposato

Eliseno Sposato

Condividi su

MICAI: VOTO 6,5 Si lascia sorprendere sul tiro a freddo di Esposito, ma poi si riscatta con il rigore parato ed altri interventi decisivi.

RISPOLI: VOTO 6,5 Anche lui si lascia irretire da Esposito alla prima azione che porta al vantaggio del Bari, poi si riprende e segna il gol del pareggio che caratterizza la sua buona prova.

VAISANEN: VOTO 5,5 bene del solito, prende un’ammonizione decisiva che gli farà saltare il prossimo turno.

RIGIONE: VOTO 4,5 Se il Cosenza esce sconfitto dal San Nicola è tutta colpa sua che lascia Cheddira solo davanti l’area piccola facendolo segnare un gol facilissimo. Per sua fortuna Micai rimedia all’altra topica commessa con il fallo da rigore causato.

D’ORAZIO: VOTO 6 Partita senza sbavature, deve lasciare il campo ancora una volta per problemi fisici.
Dal 57’ MARTINO: VOTO 5,5 Il suo ritorno in campo non è da buttare anche se sbaglia troppo spesso gli appoggi.

PRASZELIK: VOTO 5,5 Partita tutto sommato buona ma macchiata dall’errore in ripartenza in cui ha scelto di tirare (male) invece di servire un compagno libero che avrebbe potuto segnare.
Dal 57’ VOCA: VOTO 6 Gioca come sempre in maniera diligente.

CALO’: VOTO 5 Gara da dimenticare. Perde tutti i duelli ed è egoista al pari di Praszelik, quando nel secondo tempo invece di servire un compagno libero tira alle stelle.
Dal 79’ DELIC: Senza Voto

BRESCIANINI: VOTO 6 Conferma anche in questa gara di essere in ripresa e serve un assist al bacio per il gol del pareggio di Rispoli. Cala un po’ alla distanza.
Dal 70’ D’URSO: VOTO 5 Ritrova il campo ma non fa nulla per pensare di potere riguadagnare una maglia da titolare.

MARRAS: VOTO 6 Lotta tantissimo in una gara a cui teneva molto.

ZARATE: VOTO 5,5 Vorrebbe far valere la sua classe ma è ancora lontano dalla migliore condizione.
Dal 70’ NASTI: VOTO 5,5 Il suo ingresso in campo non cambia lo stato delle cose.

FINOTTO: VOTO 5 Si danna tanto ma non riesce mai a mettere in difficoltà i difensori avversari.

VIALI: VOTO 5,5 Spiace dirlo ma le giornate passano e non si vede il benché minimo progetto tattico. Una volta raggiunto il pareggio si consegna completamente all’avversario, poi i calciatori ci mettono del loro, sbagliando appoggi facili e regalando occasioni agli avversari. Ma il problema vero è che non si riesce mai a creare un gioco in grado di mettere gli attaccanti davanti al portiere avversario, per potere segnare quei gol che servono a raggiungere la salvezza.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI POST SU X