Cosenza-Cittadella 1-1: in medio stat virtus

Caterina Alba Minico

Caterina Alba Minico

Condividi su

Sfida delicata in ottica salvezza, il Cosenza lo sa e tenta di portare a casa il punteggio pieno. Ma non basta, anzi deve ringraziare Micai sul finale di gara. Cosenza-Cittadella termina 1-1. La sfida andata in scena sabato alle 14:00 ha lasciato qualche rimpianto alla squadra di mister Viali, ma il risultato finale accontenta entrambe le formazioni che, per proseguire nella lotta salvezza, avevano necessità di tenere il passo delle dirette inseguitrici.

Nei primi minuti di gioco è il Cittadella ad affacciarsi in area, obbligando il Cosenza a chiudere velocemente ogni spazio. In affanno, la formazione rossoblù ha qualche difficoltà nel manovrare il gioco. Senza dubbio l’assenza di Brescianini nel sistema collaudato di gioco sperimentato da mister Viali crea più di una difficoltà a centrocampo. Sulla fascia destra, Martino appare impacciato, è perciò D’Urso a manovrare il gioco, andando ad aiutare il compagno di sponda spesso in difficoltà.

È proprio D’Urso a realizzare il goal del vantaggio, con un tiro micidiale a due passi dalla porta e su assist dell’instancabile Marras. Esulta il popolo rossoblù al 12esimo del primo tempo e la gara sembrerebbe in discesa per il Cosenza. Ma il Cittadella, consapevole dell’importanza della sfida in ottica salvezza, sfodera una prestazione convincente che mette in allarme il Cosenza e lo costringe ad indietreggiare. A causa di una grave disattenzione di Venturi, arriva il goal del pareggio della formazione ospite con Antonucci.

Il Cosenza dimostra valore e solidità difensiva soltanto un tempo e, a seguito del goal subito, non riesce a ripristinare il suo solito sistema di gioco, anzi, subisce nella ripresa il possesso palla prolungato del Cittadella. Il segno X maturato sul campo sabato pomeriggio riesce comunque a tenere in piedi i sogni salvezza di entrambe le formazioni. Il Cosenza, reduce da una serie di prestazioni convincenti, non porta a casa il punteggio pieno e, sul finale, Micai deve blindare la porta rossoblù con un intervento che sarà decisivo per evitare il ribaltone veneto.

La gara contro il Cittadella, in caso di vittoria, avrebbe rappresentato un passo decisivo verso la salvezza diretta per le sorti rossoblù. Poco più di un mese fa la formazione silana occupava l’ultimo posto in graduatoria e vedeva avvicinarsi il baratro della retrocessione. A seguito del derby al cardiopalma contro la Reggina, la squadra ha guadagnato fiducia ed entusiasmo ed occupa ora la sedicesima posizione, a pari punteggio proprio con il Cittadella.

Da segnalare, nella gara di sabato, una discreta cornice di pubblico al “San Vito-Marulla”: la scontistica applicata ai settori delle Curve Nord e Sud ha invogliato maggiormente i supporters a tornare in massa allo stadio per sostenere la squadra. Il calore del pubblico risulterà decisivo nelle prossime sfide che terranno ancora sulle spine la squadra silana. Sarà importante reggere il passo delle dirette inseguitrici e tentare di mantenere il trend positivo che ha visto il Cosenza scalare a piccoli passi la classifica, dall’ultimo posto fino all’attuale zona play-out.

Un pari che non lascia l’amaro in bocca come i precedenti, ma che conferma la buona mentalità della squadra che è ora in piena corsa per la permanenza in cadetteria. A nessun tifoso piace accontentarsi del pareggio, soprattutto se in una situazione di iniziale vantaggio ma, “In medio stat virtus”. Ora testa alla gara contro il Perugia in programma sabato 22 aprile alle ore 14:00 in terra umbra. Per tentare di non accontentarsi più.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI POST SU X