Femminile: il Cosenza si ferma ancora

Il Cosenza si ferma ancora. Segna Lucia Conte
Riccardo Tucci

Riccardo Tucci

Condividi su

Ancora una sconfitta, il Cosenza si ferma ancora e questa volta la rabbia è tanta, primo perché è arrivata al cospetto di una squadra di una mediocrità disarmante che ha giocato a fare falli in continuazione con il benestare di un pessimo arbitro che ha consentito perdite di tempo ed entrate killer, secondo perché continua a pagare la sua cronica sterilità offensiva e terzo per gli errori difensivi che non mancano a complicare le cose.

Oggi il Cosenza si giocava il campionato, una vittoria l’avrebbe proiettata al sestultimo posto con la salvezza diretta a portata di mano, eppure, si ferma ancora ed è riuscita a gettare alle ortiche tutto. Non è bastato l’incoraggiamento incessante del pubblico a svegliare le ragazze, il Cosenza si è fatto innervosire dal gioco duro del Frosinone e non ha più ragionato come sa fare, centrocampo inesistente, difesa che subisce due gol nelle uniche due azioni degli avversari ed attacco (?) inesistente con la sola Lucia Conte a cercare la rete a volte anche con conclusioni azzardate. Rimangono due gare, sperare in un risveglio delle ragazze è d’obbligo per non buttare a mare quanto di buono ha saputo seminare un incolpevole allenatore.

Luca Marucci, segnatevi questo nome: un assistente come questo andrebbe messo da parte immediatamente. Contro la Vis Mediterranea, ad inizio girone di ritorno, non vede il fallo di mano con cui l’attaccante napoletano si porta la palla avanti in occasione della prima rete; oggi in occasione del vantaggio del Frosinone, assegna un corner agli ospiti inesistente, sulla battuta ci sono ben TRE giocatrici avversarie in fuorigioco eppure non sventola nulla. Nasce il sospetto che o non ci vede bene o forse è distratto e prende la gara sottogamba, però un dato è certo, quando c’è lui combina danni a più non posso, è arrivato il momento di metterlo da parte.

Cosenza (4-4-2): Gradolone; Perrotta, Le Piane (91’ Paura), Giudici (74’ Ferrarello), Colavolpe; Mauro (66’ Caputo), Freby, Cinque, Gattuso; Tortora (94’ Grandinetti), Conte. A disposizione: Carelli, Eusebio, Arturi, Esposito, Chirillo. All. Paola Luisa Orlando

Frosinone (4-4-1-1): Guidobaldi (56’ Polidori); De Stradis, Di Salvo, Cacchioni, Fiorella; Rutigliano (50’ Palmigiani), Antonucci (77’ Pellegrini), Natali (59’ Conti), Bevilacqua; Sgambato, Galluzzi (73’ Carcini). A disposizione: Bernardi, Verrecchia, Leone, Campanelli. All. Fabio Crecco

Arbitro: Francesco Comito di Messina
Assistenti: Luca Marucci di Rossano (CS) e Simone Ciacco di Cosenza
Marcatori: 14’ Cacchioni, 47’ Conte, 69’ Galluzzi
Note: la gara è stata disputata sul terreno di gioco dello stadio “Romolo Di Magro” di Taverna di Montalto alle ore 14:00. Giornata nuvolosa ma molto afosa. Spettatori circa 100. Ammonite: 70’ Palmigiani, 82’ Carcini, 89’ Caputo. Al 27′ annullata una rete a Natali per fuorigioco. Al 35′ il Cosenza ha colpito la traversa con Tortora. Calci d’angolo 7-2 (p.t.: 4-1). Tempo recuperato: p.t.: 0; s.t. 7+2

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI POST SU X