Viali: “Abbiamo ancora un obiettivo importante da raggiungere”

Eliseno Sposato

Eliseno Sposato

Condividi su

Ultima conferenza stampa pre-gara della stagione regolare per Mister Viali che presenta la difficile gara di domani sera che vedrà opposto il Cosenza al Cagliari, nell’ultima giornata del campionato di Serie BKT.

Da Cagliari Ranieri carica i suoi dicendo di volere una vittoria al Marulla domani sera, il Cosenza invece come arriva a questa gara?
Domani sera tutte le squadre giocheranno per raggiungere il proprio obbiettivo, quindi anche il Cagliari. Il Cosenza ci arriva con tanto entusiasmo, prima di tutto perché ci giochiamo la salvezza diretta, cosa sulla quale due mesi fa non avrebbe scommesso nessuno. Voglio che la squadra giochi senza pensare a nulla, senza pensare agli altri campi, ma che usi tutte le energie per vincere questa partita contro il Cagliari che è una squadra di prima fascia, molto forte e non sarà così semplice batterla”.

Lei tenderà l’orecchio più verso quello che succede sul campo di Cittadella o di Palermo?
“Io sarò concentrato solo su quello che succede al Marulla, sarò concentrato sulla nostra difficile partita e non farò calcoli come ho fatto ad Ascoli dove abbiamo cercato la vittoria fino in fondo. È chiaro che queste sensazioni verranno poi vissute nei minuti finali della gara, quando si guarderà a cosa fanno gli altri in base al risultato che stiamo ottenendo in quel momento”.

Giocare il playout dovrebbe far comprendere il senso dell’impresa compiuto da lei e dalla squadra, giocarlo poi in posizione di vantaggio sarebbe cosa ancora più grande, per cui non le si chiede formazioni o stato di salute della squadra. Forse ci si sarebbe aspettato un plauso dalla proprietà per quanto fatto sino ad ora, ma che pubblicamente non è arrivato”.
“Anche se non c’è stata una presa di posizione ufficiale, la Società ci è sempre stata vicina. Direttamente, ma anche indirettamente, tramite me, il sostegno alla squadra c’è stato ed è anche giusto che non sia avvenuto pubblicamente prima della fine del campionato. Prima raggiungiamo l’obiettivo e poi ne parleremo”.

Il tecnico del Cagliari Ranieri ha parlato presentando la gara di domani, come un’anteprima dei Playoff che disputeranno per lei cosa sarà?
“Per noi più che un’anteprima deve essere una gara da bellissimo finale. La vogliamo vivere in questo modo, poi al resto penseremo eventualmente dopo”.

Alla luce dell’ottimo girone di ritorno disputato, partendo dal fondo della classifica, non ha il rammarico di non essere arrivato a questa gara potendo decidere del proprio destino, piuttosto che doverlo affidare ai risultati delle altre squadre?
“Non mi piace di vivere di sé e ‘ma’ perché si rischia di piangersi addosso. Non dobbiamo giocare pensando di potere raggiungere un obiettivo, ma lo dobbiamo fare per conquistarlo. Ci deve soddisfare il raggiungimento dell’obiettivo e non la speranza di poterlo fare. Non bisogna essere rammaricati per quello che non si è fatto perché credo che alla fine si ottengano i punti che si è meritato, e neanche essere soddisfatti del percorso fatto, perché ne manca ancora un pezzo”.

Quali sono le condizioni fisiche della squadra?
“La squadra sta bene. Abbiamo avuto qualche problema fisico all’inizio della settimana, con qualche calciatore vittima di virus influenzale, che probabilmente ha condizionato più la partita di Ascoli, come hanno sottolineato alcuni giocatori nell’intervallo di quella gara. Pian piano stanno recuperando tutti e noi stiamo cercando di capire chi stia meglio di loro”.

Ci sono due giocatori importanti in diffida in questa gara, la preoccupa oppure no?
“No. Non farò come in altre occasioni in cui ho trasmesso un messaggio sbagliato alla squadra. Voglio viverla come se fosse l’ultima gara dell’anno e fare le scelte migliori rispetto all’avversario ed al tipo di partita”.

Florenzi è pronto a scendere in campo dal primo minuto?
“Ce lo auguriamo, nel senso che la mezz’ora giocata ad Ascoli lo abbia aiutato a riprendere ritmo e c’è la possibilità che giochi dall’inizio”.

Vista l’assenza di Nasti per squalifica, pensa di giocare con due punte in avanti oppure una sola con dietro il sostegno di D’Urso o Cortinovis?
“Quello è l’unico settore dove a decidere sarà la condizione dei singoli, sia percé qualcuno ha avuto dei problemi all’inizio della settimana ed anche Delic non verrà convocato perché ha avuto un’infiammazione che lo terrà fuori. Deciderò all’ultimo momento non tanto per strategia quanto per capire bene la situazione”

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI POST SU X