Femminile: un pareggio che non serve

un pareggio che non basta
Riccardo Tucci

Riccardo Tucci

Condividi su

Un pareggio che per il Cosenza non cambia la situazione, la contemporanea sconfitta del Crotone a Roma contro il Grifone Gialloverde salva direttamente questi ultimi e costringe il Crotone a giocarsi tutto nello spareggio in casa proprio contro il Cosenza.

Nella gara di oggi, un successo, anche se alla fine non sarebbe servito, avrebbe comunque dato un segnale di riscossa delle ragazze. Ed in realtà il successo se lo sarebbe meritato; al cospetto di una delle squadre più forti del campionato il Cosenza ha fatto la partita ma si è scontrata con un avversario insuperabile, la terna arbitrale. In questa partita mancano, nell’ordine: un rigore per il Cosenza per una entrata del portiere su Mauro; un rigore per il Palermo per un fallo clamoroso in piena area; un gol da annullare al Palermo per un fuorigioco (l’attaccante, non solo è in fuorigioco, ma è anche dinanzi al portiere e ne copre la visuale); un calcio d’angolo invertito da cui nasce il gol del pareggio; dopo un contrasto esce fuori una ammonizione ad una calciatrice, ma invece di ripartire con una punizione, fa ripartire da un fallo laterale oltre ad una serie di ammonizioni sconclusionate e fuori luogo. A questo punto sorge spontanea una domanda: quando stracciano la tessera ad arbitro ed assistente??? Criscuolo di Torre Annunziata è un arbitro di CAN D ed è vergognoso che arbitri; stesso discorso per l’assistente Sturniolo che non è di CAN D e ci aspettiamo che la sezione di Cosenza nella persona del Presidente Franco Scarcelli, prenda provvedimenti perché è scandaloso che continui ad essere nei ruoli.
Detto questo, dopo questo pareggio, prepariamoci a quest’ultima sfida fratricida domenica prossima sul terreno del Crotone.

Questo il tabellino della gara:
Cosenza (4-4-2): Carelli; Perrotta, Arturi, Freby, Giudici; Mauro (73’ Tortora), Cinque, Ferrarello, Gattuso; Chirillo (89’ Laurito), Paura (78’ Caputo). A disposizione: Gradolone, Eusebio, Reda, Esposito, Domma, Leale. All. Paola Luisa Orlando
Palermo (3-4-3): Biundo; Falzone, Collovà, Talluto (64’ Conciauro); Piro, Incontrera, Ribellino (89’ Celauro), Renda (46’ Purpura); Impellitteri (64’ Palermo), Dragotto, Geraci (46’ Bruno). A disposizione: Sorce, Alzate, Priolo, Alfano. All. Antonella Licciardi

Arbitro: Michele Criscuolo di Torre Annunziata (NA)
Assistenti: Giuseppe Fanara ed Alessio Sturniolo di Cosenza
Marcatori: 2’ Cinque, 54’ Collovà, 56’ Chirillo, 77’ Purpura
Note: la gara è stata disputata sul terreno di gioco dello stadio “Romolo Di Magro” di Taverna di Montalto (CS) alle ore 15:30. Giornata di sole. Spettatori circa 70. Ammonite: 24’ Mauro, 45’ Talluto, 55’ Freby, 86’ Collovà, 93’ Perrotta. Al 46’ Purpura ha colpito la traversa. All’81’ annullata una rete a Ribellino per posizione di fuorigioco. Calci d’angolo 5-4 (p.t. 2-1). Tempo recuperato: p.t.: 2; s.t.: 5

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI POST SU X