Giacinti: “Abbiamo giocato con la voglia di dimostrare di non essere inferiori a nessuno”

Eliseno Sposato

Eliseno Sposato

Condividi su

Valentina Giacinti ha aperto le marcature nella convincente vittoria sull’Olanda ed ha chiuso la giornata cosentina della Nazionale Femminile di calcio, incontrando i giornalisti a fine gara. Ecco cosa ha detto.

“Abbiamo cercato di mettere in campo le nostre caratteristiche, l’unione di squadra e abbiamo cercato di lavorare sui loro punti deboli e giocare da Italia. Dopo il vantaggio siamo rimaste compatte, abbiamo cercato di tenere il risultato, e quando loro sono andate in difficoltà abbiamo attaccato. È stata una bella partita, abbiamo sofferto ma l’abbiamo fatto tutte insieme. 

“Abbiamo preso un po’ più di consapevolezza dopo le partite National League. – ha proseguito Giacinti – Fare risultato con la Spagna e con la Svezia ha fatto in modo che avessimo questa consapevolezza di potercela giocare con l’Olanda e siamo entrati in campo con la voglia di dimostrare e con la voglia di non sentirci inferiore a nessuno”

Rispetto alle amichevoli di febbraio alle quali non ho partecipato, posso dire che da quello che ho visto alla TV forse è mancata un po di aggressività, ma anche nella nostra testa, forse questo succede quando la gara è amichevole. Un po normale, – ha puntualizzato Giacinti – anche se non dovrebbe essere normale, ma da lì siamo ripartite e ci siamo dette che noi non siamo quelle, abbiamo voluto dimostrare che siamo. Altro tipo di squadra”.

il futuro della nazionale può trarre giovamento dal mix che presenta tra giocatrici esperte e giovani di grande prospettiva. Sì, sicuramente le giovani che abbiamo sono tutte molto forti, sono giovani importanti e dobbiamo solo aiutarla a integrarsi nel nostro gruppo, a capire che per l’Italia si gioca e si dà l’anima e questo è importante perché abbiamo raggiunto il professionismo, ma bisogna sempre lottare, quindi devono entrare in questa mentalità. Deve entrare nella testa le giovani, questo e stiamo cercando di indirizzarle in questo senso”. 

La rivalità in campionato viene messa da parte in Nazionale – “Sì, per la maglia azzurra non c’è posto per le cose fuori e quando si mette questa maglia si ha una grande famiglia e si cerca di. Di essere unite. È normale che si sa che ci sono giocatrici che lottano per lo scudetto, ma questo lo mettiamo da parte, soprattutto quando siamo in campo e lo sappiamo benissimo, altrimenti i risultati non arrivano. 

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI POST SU X

Avviso sui cookie di WordPress da parte di Real Cookie Banner