Il commento alla gara di oggi

Rigore sbagliato
Roberto Stancati

Roberto Stancati

Condividi su

Il Bari porta a casa tre punti, tutto sommato meritati; il Cosenza peggiore visto da inizio stagione soccombe senza lottare.

Partita dai due volti al “Marulla” con un primo tempo più equilibrato con i pugliesi che falliscono un rigore dopo tre minuti concesso dal Var e tirato alto da Antenucci e un Cosenza almeno tre volte vicinissimo al vantaggio (salvataggio su girata di Merola e traversa di Brignola). Svolta al quarto minuto di recupero del primo tempo con Cheddira che incornava di testa beffando l’incerto, nell’occasione, Matosevic.

Nella ripresa chi si attendeva la reazione del Cosenza è rimasto totalmente deluso, Bari padrone del campo con gran palleggio e precisione assoluta con geometria telecomandata e silani confusi e pasticcioni che non riuscivano mai ad impensierire Caprile. Per venti minuti, praticamente il Cosenza non tocca palla con il centrocampo totalmente nelle mani dei biancorossi.

Nemmeno i cambi di Dionigi hanno sortito effetto; e su questo ci sarebbe da formulare una domanda, perché lasciare in campo un nervoso Florenzi, già “puntato” dall’arbitro? Come infatti, il Cosenza finiva addirittura in dieci per il doppio giallo a Florenzi stesso comminato dal mediocre Gariglio che spesso ha fischiato a sproposito. Un arbitro che ha tollerato il gioco falloso dei pugliesi, consentendogli di tartassare Florenzi, poi ammonito al suo primo fallo.

Il Bari prosegue con la sua imbattibilità, il Cosenza deve essere più costante e magari più incisivo davanti con Dionigi che deve variare qualcosa se è vero come è vero che i prossimi esami con SudTirol e Como sono importantissimi e precedono un mese di ottobre in compagnia di Reggina, Genoa, Spal e Frosinone! Intanto sabato da Bisoli vietato perdere contro una squadra che con il tecnico porrettano è rinata letteralmente. Lupi, sfoderate gli artigli!!!

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI POST SU X