Il punto dopo la 6a giornata di campionato. Esonerato Castori del Perugia e pronti altri tre cambi di panchina in Serie B

Eliseno Sposato

Eliseno Sposato

Condividi su

Messa in archivio la 6a giornata di campionato, conclusa con la vittoria della Ternana nel derby umbro con il Perugia (1-0), la Serie B arriva alla prima sosta di campionato con Reggina e Brescia che, entrambe vittoriose, si confermano come le assolute protagoniste di questo avvio di campionato. I calabresi guidati da un signor tecnico come Pippo Inzaghi hanno rifilato una tripletta al malcapitato Cittadella, confermandosi come una squadra solida e capace di capitalizzare sempre al meglio l’ottimo gioco prodotto, così come sta facendo il Brescia che ha battuto con un gol nel finale il Benevento che rappresenta una delle delusioni di questo avvio di stagione, tanto che la panchina di Fabio Caserta è a forte rischio e potrebbe arrivare un avvicendamento proprio nelle prossime ore con il possibile arrivo del campione del mondo Fabio Cannavaro, di cui si è sondata la disponibilità.

Quasi certo il cambio di panchina anche a Como e Pisa. I Lariani languono sul fondo della classifica ed il pirotecnico pareggio casalingo registrato con la Spal (3-3) nell’ultimo turno ha convinto la dirigenza alla sostituzione di Gattuso con Moreno Longo che dovrebbe firmare un biennale in queste ore.
Due miseri punti in sei partite per il Pisa, un inizio stagione disastroso per una squadra che solo pochi mesi fa ha disputato la finale playoff per la promozione in serie A. Il pareggio ottenuto in rimonta sul campo del Venezia non è bastato a Rolando Maran per salvare la sua panchina. Tra poco verrà ufficializzato il cambio con il ritorno, sotto la Torre pendente di Luca D’Angelo. L’artefice della promozione in B e delle ultime stagioni brillanti dei nerazzurri D’Angelo è ritenuto l’unico candidato pronto a imprimere da subito una sterzata alla situazione negativa attuale, conoscendo gran parte della rosa ed essendo benvoluto da tutto l’ambiente. Prolungherà fino al 2025 il contratto già in essere col club toscano.
La fiducia a tempo per il tecnico del Perugia Castori, sbandierata in mattinata, è stata ribaltata in serata con l’annuncio dell’esonero. Nella cittadina umbra si sperava che il periodo di sosta potesse servire a porre rimedio al disastroso avvio di campionato che regola il grifone nelle parti basse della classifica. Alla fine si è deciso per il cambio del tecnico di Civitanova Marche che verrà sostituto dall’ex tecnico del Palermo Baldini.

Nelle posizioni di vertice della classifica, stanno irrompendo Frosinone, vittorioso (1-0) sul Palermo, e Bari che ha colto il secondo successo esterno consecutivo, dopo quello del Marulla, battendo il Cagliari sempre per 1-0 grazie alla rete del solito Cheddira.

Dopo la 6a giornata di cmpionato, una delle pretendenti alla vittoria finale, Il Genoa, risale pian piano la classifica con la vittoria di misura ottenuta contro il Modena, così come il Parma vittorioso per 3-1 sul campo dell’Ascoli.

Il Cosenza arriva alla sosta con un discreto bottino di punti, otto, se consideriamo che ha disputato ben quattro gare su sei in trasferta e con non tutti i calciatori in condizione ottimale, ma anche il pareggio di Bolzano con la neo promossa Sudtirol, ha mostrato gli evidenti limiti di gioco della formazione allenata da Dionigi, che continua a sbagliare sistematicamente l’approccio alla partita, risultando una delle squadre che tira meno in porta e che regala sempre agli avversari spazio e modo per imporsi. I limiti evidenti della nostra squadra più che nei singoli sembrano venire evidenziati da un modulo tattico che sacrifica oltremodo la punta centrale, lasciata in balia dei difensori avversari e costretta a giocare spalle alla porta senza risultare mai pericolosa.

La sosta di campionato giunge quanto mai opportuna per portare tutta la rosa allo stesso livello di condizione ed avere più scelte al momento di stilare la formazione, ma più che questo occorre trovare un rimedio più efficace per invertire la rotta sul piano del gioco che faccia esplodere il potenziale che la squadra mostra di avere, almeno sulla carta.

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

ULTIMI POST SU X